Manifesto

Non ce n’è uno, naturalmente.
L’arredamento è minimalista, in contrapposizione alla mia scrittura a volte iperbolica.
Nessuna edulcorazione, nessun artificio, nessuna regola seo-friendly, nessun trucco nè affabulazione.
Uno spazio disadorno e sospeso nel tempo che ospita riflessioni, sussurri, vetrine infrante e icone iridescenti.

Phil

error: Content is protected !!